PROGETTO FLOW AUT DI PROGETTOAUTISMO fvg: UNA NUOVA PROSPETTIVA PER L’ABILITAZIONE DELLE PERSONE CON AUTISMO

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:news

Presentati presso Home Special Home, la grande casa per l’autismo sede della Fondazione Progettoautismo fvg a Feletto Umberto, i risultati del progetto “Flow Aut” relativi al biennio 2020-2022 e le prospettive per il 2023.

La ricerca scientifica promossa da Progettoautismo e sostenuta da Fondazione Friuli e dai donatori privati G. e V. D., in sinergia con l’Università degli Studi di Trieste (Dipartimento di Scienze della Vita-DSV) e l’Università degli Studi di Udine (Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società-DILL), si concentra sui protocolli abilitativi nella “Stanza di Anna”, la sala multisensoriale e interattiva SHX di Home Special Home, uno spazio innovativo ideato da Elena Bulfone ed Enrico Baisero e realizzato grazie al contributo dei Lions Club International Distretto 108 TA2 – Zona D.

Sono intervenuti alla presentazione il primo cittadino di Tavagnacco Moreno Lirutti, il direttore del CSM di ASUFC Dott. Marco Bertoli, il direttore di Neuropsichiatria infantile di ASUGI Dott. Boris Cernic, il direttore sostituto di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza Dott.ssa Rossella Zanetti ed una rappresentanza dei Lions di Udine tra cui Anna Bracaglia, la vera anima del volontariato a favore della Stanza multisensoriale.

Gli studi di ricerca tuttora in corso nell’ambiente SHX prevedono l’utilizzo di strumenti tecnologici d’avanguardia dedicati al potenziamento di abilità cognitive, sociali e motorie di bambini e ragazzi con autismo. Nel corso della presentazione sono state evidenziate le potenzialità del progetto nell’ottica di un’implementazione progressiva e su larga scala dei protocolli utilizzati in affiancamento alle terapie convenzionali.

Il fine ultimo di questa importante ricerca scientifica è quello di promuovere degli interventi basati su evidenze scientifiche per migliorare l’offerta e promuovere la salute delle persone con diagnosi di ASD e delle loro famiglie, dando vita ad  un manuale d’utilizzo che una volta pronto e validato verrà divulgato gratuitamente a chi ne farà richiesta. La gratuità è l’aspetto che caratterizza da sempre l’operato di Fondazione Progettoautismo fvg e su questa strada si procederà anche per questo lavoro fondamentale ed innovativo.

La soddisfazione nelle parole di Elena Bulfone, presidente di Progettoautismo fvg “Recitare una poesia non significa comprenderne appieno il significato”,  sull’autismo si sa ancora troppo poco. Fondamentale è e sarà la ricerca applicata che ci permetterà di attuare un prezioso lavoro artigianale, concreto altamente specializzato a favore del benessere delle nostre persone che è stato abilmente e millimetricamente coordinato dal direttore generale Enrico Baisero. La rete che si è creata attorno a Flow Aut, è composta di persone competenti e devote al processo, provenienti da ambiti molto diversi per competenza e conoscenza e ci rende ancora più orgogliosi di aver voluto e promosso la ricerca. Quanto presentato evidenzia già dei risultati a dir poco promettenti. Con nostra grandissima soddisfazione a luglio del 2022 i risultati finora ottenuti sono stati resi pubblici sul Giornale di Neuropsichiatria dell’Età Evolutiva (n°42/2022) della SINPIA nell’articolo “Promuovere l’acquisizione di abilità sociali in ragazzi con disturbi dello spettro autistico tramite l’utilizzo di nuove tecnologie: uno studio di fattibilità”, a firma di G. D’Argenio, A. Cardella, A. Antoniol, E. Bulfone, A. Finisguerra e C. Urgesi, e presentati alla Conferenza Internazionale “GTA” svoltasi presso l’Università degli Studi di Trieste. Una nuova prospettiva per la riabilitazione delle persone con autismo è possibile ed è davanti a noi. Un sentito ringraziamento a Fondazione Friuli, ai generosi donatori privati e a tutto lo staff della Fondazione e, non ultimo, ai genitori dei bambini e ragazzi coinvolti. Grazie a chi crede in noi e continua a sostenerci, avanti tutta!”

“La sinergica collaborazione che ormai da anni ci lega a Progettoautismo fvg trova nuovamente conferma in questo progetto di ricerca scientifico che abbiamo scelto di sostenere come Fondazione Friuli” dichiara il presidente Giuseppe Morandini, “I risultati finali siamo certi daranno conferma della fondatezza del percorso intrapreso, non possiamo che essere orgogliosi di essere accanto a Progettoautismo fvg in questo nuovo ed importante traguardo.”