Progettoautismo FVG e il modello Friuli-Venezia Giulia della LR 16/22 a In&Aut Festival nella prospettiva del decreto “Progetto di vita” del Ministro per le disabilità Alessandra Locatelli

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:news

La presidente Elena Bulfone è intervenuta all’In&Aut Festival di Milano nell’ambito del panel “I DIRITTI DELLA PERSONA, I DOVERI DELLO STATO”
Moderati dal bravissimo Francesco Condoluci, Bulfone ha portato la significativa esperienza di Fondazione #PAFVG, un percorso no profit di un ente privato accreditato e convenzionato che, in un percorso complesso ma entusiasmante, è riuscito a diventare uno dei 300 enti di ricerca italiani.

In questo contesto ci uniamo alle parole della dottoressa Samantha Lentini, anima e organizzatrice del festival, che ha giustamente puntato il dito sulle persone e le loro esigenze, lasciando sulla cornice tutti coloro che con grande dedizione e sacrificio stanno operando per il bene comune.

Dobbiamo forse ancora comprendere che nel contesto del piccolo popolo dell’autismo, ricco di complessità, di fragilità e nel momento storico in cui ci troviamo, ancora agli albori della conoscenza e nell’abbozzo di servizi necessari e vitali per le persone e le loro famiglie, diventare protagonisti assoluti di una storia non è significativo.
Cerchiamo di essere strumenti a favore di una fragilità che diventa cronicità e che mette a dura prova le persone stesse, le famiglie e l’intera società.
In un’ottica di invecchiamento della popolazione e di aumento emergente dei numeri della sindrome, il modello del Friuli-Venezia Giulia, con la riforma portata dalla Legge Regionale 16/2022 grazie alla quale si sbloccano risorse per i territori a favore dell’area sociosanitaria e del progetto personalizzato attraverso il sistema del budget di progetto FAP, diventa un sistema premiante e necessario.

I DIRITTI DELLA PERSONA, I DOVERI DELLO STATO
Dalla diagnosi precoce alle garanzie del trattamento al “dopo di noi: le problematiche delle famiglie, le risposte del Servizio Sanitario Nazionale.
Testimonianza: Vito Crea, papà di Francesca
Maria Antonella Costantino, Direttrice Uonpia Policlinico Milano
Fortunato Nicoletti, Associazione Nessuno è escluso Odv
Massimo Molteni, Direttore Sanitario “La Nostra Famiglia”
Sara Bulgheroni, Neuropsicologa e Psicoterapeuta
Conclusioni: Marcello Gemmato, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute